giovedì 11 gennaio 2018

Review Party : Il gioco bugiardo di Ruth Ware



Il messaggio arriva in piena notte. Solo quattro parole: «Ho bisogno di te». Isa prende con sé la figlia e si precipita a Salten, dove aveva trascorso gli anni del liceo che ancora proiettano le loro ombre su di lei. A scuola Isa e le sue tre migliori amiche giocavano al gioco delle bugie: vinceva chi di loro avesse inventato la storia più assurda rendendola credibile agli occhi degli altri. Ora, dopo diciassette anni, un cadavere è stato ritrovato sulla spiaggia, facendo emergere un segreto terribile. Un segreto che costringe Isa a confrontarsi con il proprio passato e con le tre donne che non ha più visto ma che non ha mai dimenticato. Non è un incontro sereno: Salten non è un posto sicuro per loro, non dopo quello che hanno fatto. È ora che le quattro amiche affrontino la verità.


RECENSIONE: 



Il gioco bugiardo è un thriller psicologico, atmosferico e inquietante di Ruth Ware.

Narra la storia di quattro amiche legate da una serie di bugie e unite da un segreto. Quando Isa Wilde, di15 anni, viene mandata in collegio a Salten, (sua madre è gravemente malata, suo padre non riesce a prendersi cura di lei e di suo fratello) fa subito amicizia con Kate, Thea e Fatima.

Kate e Thea hanno inventato un gioco, devono dire bugie convincenti e in base alla bugia ricevono dei punti…il gioco bugiardo….


Questo gioco però le fa allontanare dalle loro compagne di classe e anche gli adulti iniziano a giudicarle e a non credere alle loro parole.
Dopo un terribile episodio, che porta l’espulsione dal collegio delle quattro amiche, il gioco finisce, ma le ragazze non smettono mai di mentire… per proteggere il loro segreto…
Trascorrono 17 anni, ormai da adolescenti sono donne. Isa è un avvocato di 32 anni, vive a Londra con la figlia appena nata, Freya e il compagno Owen.
Fatima è sposata con due figlie ed è medico.
Kate non ha mai lasciato Salten e Thea è una donna problematica, beve e non riesce a tenersi un lavoro…
Isa ha perso il contatto con le sue amiche, ma quando riceve un messaggio da parte di Kate, sale sul primo treno per ritornare dopo 17 anni a Salten.
Kate, Isa, Thea e Fatima si riuniscono, nel disperato tentativo di mantenere il loro segreto ancora nascosto..... però ben presto le 4 amiche si rendono conto che una di loro può aver infranto una regola del loro gioco……. Sarà la fine della loro amicizia? Il segreto gelosamente custodito, verrà scoperto?
Il gioco bugiardo è narrato dalla prospettiva di Isa, la narrazione fa salti temporali tra passato e presente. Isa condivide molto, i suoi pensieri e le sue sensazioni, sia di quando aveva 15 anni e anche ora che ne ha 32, descrive anche quanto le è costato mantenere il segreto con le altre persone ,i suoi cari per non deludere le sue amiche.
Se per le quattro amiche è iniziato tutto come un gioco, riuscire a convincere gli adulti delle loro bugie, ora non è più un gioco, ognuna delle protagoniste ha da perdere molto, nell’arco dei 17 anni le bugie sono diventate un circolo vizioso.
Isabel, Kate, Thea e Fatima, hanno tutte vissuto con le loro bugie, in equilibrio precario su un precipizio, sapendo che il loro oscuro segreto poteva essere scoperto in qualsiasi momento. Quando la loro più grande paura sta per diventare realtà, devono ripulire le loro abilità mentali di bugiarde ancora una volta… solo che questa volta c'è in gioco la loro vita....
Tutti i personaggi sono complessi e imperfetti, per colpa della loro reputazione non sappiamo di chi possiamo fidarci…tutte le ragazze sanno come mentire.
E’ un romanzo ben scritto con suspense e colpi di scena, un appunto, la scrittrice ci descrive bene Kate e Isa, mentre lascia al margine le altre due amiche Thea e Fatima e questo è un peccato, è un libro sull’amicizia, su quattro amiche, ognuna di essere meritava la giusta descrizione.
E’ una lettura che tratta temi come l’amore, l’inganno, la fiducia e le  bugie e come queste bugie possono cambiare le relazioni, i rapporti.
Il gioco bugiardo è un libro pieno di dramma e di confessioni, il quadro completo lo si ha quasi a fine libro, prima sono solo supposizioni, quando arriviamo al finale abbiamo un colpo di scena finale.
Il gioco bugiardo devo essere sincera l’ho apprezzato nella parte finale (per questo ho deciso di dargli 4 punti), prima non riuscivo a collegare i vari tasselli,  era un po’ confuso e non riuscivo a capire dove la scrittrice voleva arrivare… a lettura conclusa, con il quadro completo, capisco che tutta la “confusione” era voluta per depistarti, per portarmi fuori strada, per arrivare al scioccante finale.
Sicuramente leggerò il gioco bugiardo una seconda volta, per capire e cogliere alcune sfumature che nella prima lettura sicuramente non ho compreso.
Consiglio di leggere questo libro molto attentamente, non ve ne pentirete.
 

Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic       

1 commento:

  1. Io l'ho apprezzato molto e mi è piaciuto molto l'intrigo fra le quattro e il ricostruire mano a mano la loro storia e il loro legame.

    RispondiElimina